420x60Advertising La Mia Lazio
Mercato Lazio prendere o lasciare

Mercato Lazio: il miglior acquisto

Mercato Lazio, Indice di liquidità, #tareout e “Lotito caccia li sòrdi” sono probabilmente le frasi più battute dai tifosi biancocelesti su Google e sui social. Tuttavia ci sono dei momenti in cui si perdono di vista alcuni fattori fondamentali che per forza di cose condizionano gli eventi, ovvero quando viene meno l’obiettività, quella lucida.

9 Giugno 2021 – Il mercato della Lazio parte col piede giusto

Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Lazio e con lui raggiungono Roma Giovanni Martusciello, vice allenatore; Davide Ranzato e Davide Losi, preparatori atletici; Gianni Picchioni e Marco Ianni, collaboratori tecnici; Massimo Nenci, preparatore dei portieri. Dopo dieci o forse quindici giorni di trattative i tifosi laziali hanno tirato un sospiro di sollievo, dovuto soprattutto all’accanimento mediatico (comprensibile) che si è abbattuto sulla vicenda, più che al fatto in sé. Quella che è stata definita da molti una trattativa estenuante è stata in realtà un’operazione lampo gestita in maniera quasi perfetta da Tare e dal suo staff, nonché dal patron Lotito. Il 27 maggio 2021, appena 12 giorni prima, Simone Inzaghi annunciava di lasciare la Lazio per trasferirsi a Milano. E questa sarebbe stata una “trattativa infinita”, una “telenovela” o la solita “operazione da Lazio”? Beh…chi pensa questo probabilmente non capisce né di calcio, né di contratti, visto che già solo per mettere 7 persone sotto contratto servirebbe un mese.

Brandt, Politano, Insigne, Boateng, Kostic, Basic, Shaqiri, Loftus-Cheek, Odoi, Didì, Vavà, Pelè

Come ogni estate sono stati accostati tanti nomi alla S.S. Lazio e a tutte le altre squadre di Serie A. Il tifoso sembra non aver ancora capito quanto i media facciano il loro gioco a mettere in circolazione nomi di cui probabilmente nemmeno Igli Tare stesso è a conoscenza. Anche questo sta contribuendo enormemente allo scoramento della tifoseria laziale, che persino a fronte di amichevoli inutili non risparmia i social biancocelesti da insulti alla società e ai giocatori. Nel mondo in cui un clic può fruttare anche 3 euro le maggiori testate godono nel provocare, prima, e nello sfruttare, poi, questa situazione di instabilità. Quando vedevo la Lazio di NestaVeron, Mancini, Simeone e Salas questo non succedeva, il prezzo del giornale era fisso e al massimo ne compravi uno al giorno. L’avidità poi ha cambiato tutto ed ecco che 100 click di oggi non hanno più lo stesso valore dei 100 tifosi che compravano il giornale . Solitamente si dice “Parlate piano” senza far rumore. Benvenuti nell’era in cui dovete “Leggere piano” per non far rumore.

Mercato LazioL’indice di liquidità e il mercato della Lazio

Si parla dell’indice di liquidità come se fossimo diventati tutti contabili o commercialisti. La formula non è così semplice come potrebbe sembrare e onestamente non starò qui a spiegarvela, perché per l’appunto non sono un contabile. Tuttavia anche qui escono fuori i vari “l’altre squadre fanno i buffi e noi no” oppure “Lotito fa’ ‘n aumento de capitale”.  Negli anni la Lazio ha risistemato una situazione che ci ha visto sull’orlo del crack, non da retrocessione in Serie B, nemmeno da Serie C, forse invece da fallimento, sparizione, estinzione di una specie che fu Tommaso Maestrelli, per dirne una. Lasciare Roma con una sola squadra. Fu questo il grosso rischio nei primi anni del duemila, eppure noi tifosi laziali, mi ci metto anche io, siamo ancora qui ad inveire. Se è vero che tutto ciò non può giustificare un mercato RIDICOLO nell’estate 2020 è anche vero che non è coerente starsene zitti quando “sbattiamo la coppa in faccia”  e inneggiare al #tareout nell’anno più sbagliato di sempre.  Il migliore acquisto della Lazio 2021 è Maurizio Sarri e il colpaccio è già stato fatto ai primi di giugno, mettiamocelo in testa.

Plusvalenze e Minusvalenze

Vogliamo giudicare il mercato degli ultimi 2/3 anni? Male, molto male questo è vero, però se dovessimo analizzare le valutazioni dei calciatori acquistati e confrontarle con quelle degli esuberi, giungeremmo alla conclusione che quelle dei primi sono di gran lunga superiori rispetto a quanto speso per gli esuberi. L’ultimo acquisto degno di nota è probabilmente Manuel Lazzari  che è approdato a Roma nel 2019, in fin dei conti non stiamo parlando di un’eternità. Vero è che la frustrazione è molto alta e che spesso abbiamo assistito a operazioni David Silva o Giroud sfumate in un minuto, ma non dimentichiamoci che negli ultimi 5 anni abbiamo tenuto in rosa giocatori desiderati da mezza Europa. Non riuscire a vendere gli esuberi è sicuramente una mancanza, però riuscire a non vendere giocatori come Milinkovic, Immobile, Luis Alberto e via dicendo è anch’essa una abilità. Se fossimo particolarmente obiettivi, particolarmente lucidi, ci renderemmo conto che effettivamente siamo nel pieno di una situazione di equilibrio che può prendere solo una direzione positiva, che sia quest’anno o l’anno prossimo. Basta avere un po’ di pazienza e continuare a sostenere i nostri colori. Forza Lazio!

 

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.